USCITA DIDATTICA NEL LAZIO

Una splendida giornata di sole ha accompagnato l’uscita nel Lazio delle classi 4 A e 5 A (ex secondo e terzo Liceo). Organizzata in maniera perfetta dalla docente di Scienze Naturali, Delia Garofalo, accompagnata dalla docenti Maria Antonietta Riccardi (Matematica) e Lucia Gangale (Storia e Filosofia), l’uscita è stata suddivisa in vari momenti, che hanno consentito ai ragazzi di conoscere un territorio nuovo, tra meraviglie astronomiche, storiche e naturali. La prima tappa è stata l’osservatorio astronomico di Monte Porzio Catone, un angolo di Lazio immerso nel verde, tra ville e palazzi storici, con una spettacolare vista panoramica sulla Città Eterna. Costruito su un ampia area creata artificialmente dai Romani, sulle rovine di un’antica dimora di epoca augustea, l’Osservatorio ha rappresentato per gli studenti una coinvolgente ed interessantissima fonte di conoscenza. I giovani astrofisici che lavorano nella struttura, hanno condotto i ragazzi attraverso le meraviglie e le curiosità dell’Universo. Prima è stato possibile osservare le macchie solari attraverso il telescopio, poi si è passati nella Sala del Sistema Solare e quindi nella Sala della Galassia. Qui, attraverso un’illustrazione molto interattiva, i ragazzi hanno confermato ed arricchito la loro conoscenza dell’Universo ed hanno avuto l’opportunità di utilizzare i giochi didattici appositamente allestiti per le scolaresche (ad esempio il buco nero, la camera oscura rotante punteggiata di stelle, il peso della propria massa corporea sui vari pianeti, il calcolo della propria età sui vari pianeti). A chiudere un percorso di circa due ore è stata la proiezione di un filmato di pochi minuti in 3D sull’origine dell’Universo. La visita è poi proseguita all’isola del Liri, in provincia di Frosinone, dove gli studenti hanno potuto ammirare la meraviglia naturale di una Cascata naturale, unica in Italia a cadere in pieno centro storico. Pittoresco è il prospetto che si affaccia sul fiume Liri, tanto da avere ispirato numerose stampe d’epoca. “Il fiume Liri, proveniente dalla piana di Sora, dopo aver sfiorato il millenario monastero di San Domenico, arrivato in prossimità del basamento roccioso di travertino su cui si erge il maestoso Castello Boncompagni-Viscogliosi, si divide in due bracci, avvolgendo poi come un’isola la sottostante città” (ciociaria.it). L’ultima tappa è stata quella al museo Historiale di Cassino, splendida testimonianza storica della Seconda Guerra Mondiale. L’intero allestimento è opera dell’artista italiano Carlo Rambaldi, scomparso nel 2012 all’età di 87 e noto per avere vinto tra volte l’Oscar per i migliori effetti speciali (per i film King Kong, Alien ed E.T.). La visita (tredici sale in tutto) dura un’ora e trenta minuti ed è un dettagliato resoconto delle vicende belliche, con un approfondimento, naturalmente, sul bombardamento di Montecassino, il 15 febbraio 1944, ad opera delle forze alleate, in funzione antitedesca. Un vero atto di vandalismo, che lo storico militare Matthew Parker ha definito come “il culmine della pena, della stupidità e della barbarie della guerra”. Nel percorso è possibile anche prendere visione di un filmato inedito riguardante proprio il bombardamento in questione. Tanti gli oggetti d’epoca conservati all’Historiale: dalle divise tedesche ed inglesi alle mine, dai fucili e munizioni alle scatolette di carne tanto usate dagli americani. Tra l’altro è possibile ascoltare la voce originale di Pietro Badoglio che annuncia l’armistizio agli Italiani. L’abbazia di Montecassino, fondata da San Bendetto da Norcia nell’Alto Medioevo, fu distrutta e ricostruita per ben quattro volte. Fu rasa al suolo dai Saraceni, dai Longobardi, dal terremoto del 1349 e dai bombardamenti del 1944. E’ il simbolo universale dell’idea di rinascita e della prevalenza del cristianesimo sulle ideologie devastatrici. L’ultima tappa è stata la visita al Cimitero degli Inglesi, ai piedi di Montecassino. Esso raccoglie 4265 salme di britannici, canadesi, neozelandesi, indiani e Gurkha. Il percorso si è concluso con grande soddisfazione di tutti ed ha confermato l’alta valenza didattica delle uscite del ‘Livatino’. Ancora una volta gli studenti hanno avuto elogi dalle popolazioni con cui sono entrati in contatto, distinguendosi per educazione e stile. Un plauso va alla professoressa Garofalo, per l’impegno profuso per la buona riuscita della giornata.

Monte Porzio Catone

150520149382

Isola del Liri

150520149440

Cassino – Museo Historiale

150520149461

Annunci

Informazioni su iislivatino

Istituto di Istruzione Superiore di San Marco dei Cavoti - BN
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...