IL ‘LIVATINO’ A CERVINARA

(Daniela Moffa, Valeria Di Fabrizio, Matilde Palumbo, Marco Mutarelli, Cristiana Carolla) – Il giorno 17 marzo noi ragazzi delle classi terza A e terza B del Liceo Classico ‘Livatino’ di San Marco dei Cavoti abbiamo trascorso una giornata alternativa proposta dalla prof.ssa Lucia Gangale, che insieme alla professoressa Angela Gentile, ci ha portati nel paese di Cervinara per mostrarci il Palazzo Marchesale che ai nostri occhi è apparso stupendo. La proprietaria Laura Pirisi del Balzo, ci ha illustrato le sale più importanti e ci ha spiegato che queste vengono affittate per festeggiare occasioni importanti, come ad esempio i matrimoni. Era l’anno 1581, quando nella cittadina di Cervinara venne realizzato questo imponente palazzo destinato alla famiglia Caracciolo. Esso, infatti, venne ripreso e completato solo nel 1600, con Francesco Cracciolo, che donò all’edificio quel tocco d’arte necessario. La pianta rettangolare circonda il giardino con al centro una antica fontana che portava l’acqua alla residenza. Nel corridoio che conduce all’interno nell’intradosso della volta a botte, vi è un bellissimo affresco con lo stemma della famiglia stessa. Bellissimi e maestosi i soffitti a cassettoni lignei, realizzati dalle più grandi e competenti maestranze bel barocco napoletano. La stanza che maggiormente ha colpito la nostra attenzione è stato il Salone di Giustizia, con affreschi del XVII sec. che raffigurano la “Gerusalemme Liberata”, tema in moda per l’epoca. L’attuale proprietaria ed erede del patrimonio, con disponibilità e attenzione ci ha permesso di ammirare e contemplare la magnificenza e le bellezze artistiche di questo luogo.
Dopo aver visitato il palazzo marchesale, ci siamo recati in piazza Trescine dove ha sede il Municipio e, al lato di questo, la biblioteca “Il Caudino”. Qui ad accoglierci è stato il direttore (sia della biblioteca che del giornale locale omonimo) Alfredo Marro, una persona molto carismatica che si è mostrata sin da subito disponibile ed ha saputo catturare il nostro interesse. Ci ha spiegato che la biblioteca è nata circa 30 anni fa in collaborazione alla pro loco di Cervinara ma, a causa della presenza di idee contrastanti all’interno del gruppo, alcuni hanno deciso di staccarsi da questo per portare avanti l’attività, anche se, attualmente, risulta difficile, in quanto i giovani, pur essendo disponibili a scrivere, preferiscono trattare tematiche generali di cui si può parlare anche in un’altra città, piuttosto che quelle legate al proprio territorio. Marro ha anche sottolineato l’assenza di sostegno da parte delle istituzioni locali. La biblioteca possiede oltre 8000 volumi ed è una delle poche in cui si possono ritrovare testi latini e greci, oltre a questi, numerosi sono quelli legati alla storia locale (tra cui un volume della professoressa Gangale dedicato proprio a Cervinara) con un occhio di riguardo per le forche Caudine, studiate con molto interesse dal direttore. Questa raccolta è stata curata per molto tempo dal signor Cioffi, il quale con molta pazienza e senza l’uso di alcuno strumento tecnologico, ha scritto un inventario molto dettagliato dividendo i libri non solo in base alla data ma anche in base agli argomenti trattati, quindi se qualcuno avesse urgente bisogno di un libro non farebbe fatica a trovarlo.
Come sempre ci siamo mostrati all’altezza della situazione, ricevendo molti complimenti non solo per il nostro impegno giornalistico e per l’alternanza scuola azienda (difatti gli abbiamo parlato dei progetti che la prof.ssa Gangale fa di tutto per portare avanti, come il corso di teatro, la rivista di Istituto, la Radio Livatino Libera e la Livatino Web Tv), ma anche per il notevole interesse con cui abbiamo seguito la storia del ‘Caudino’ e quella del Palazzo Marchesale! Saremmo lieti di poter collaborare in futuro con il giornale, e magari trovare punti di contatto tra il nostro territorio e quello che abbiamo visitato.
Successivamente ci soffermati nella monumentale villa comunale definita da noi un “locus amaenus” per la sua bellezza. Infine abbiamo passeggiato lungo la strada principale, “Via Roma”. Vorremmo ringraziare per averci accompagnato in questa avventura che ci ha portati alla scoperta del territorio sannita, le professoresse Lucia Gangale e Angela Gentile, le quali ancora una volta hanno avuto a cuore la formazione del propri alunni oltre il suono della campanella… Ci auguriamo vivamente di trascorrere altre giornate così piacevoli in loro compagnia!

Al più presto il servizio della giornata sulla nostra web tv

Annunci

Informazioni su iislivatino

Istituto di Istruzione Superiore di San Marco dei Cavoti - BN
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...