EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA

Nella giornata del 21 marzo presso il Liceo Classico si è svolto un incontro sui temi della sicurezza stradale, della prevenzione dell’alcolismo e della sicurezza in Internet. Presenti il capitano Gaetano Gargiulo, comandante della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo ed maresciallo Carlo Cancellieri della stazione di San Marco dei Cavoti, i quali ogni anno tengono degli incontri su questi temi nelle varie scuole del territorio.
E’ stato dapprima proiettato un video sui compiti e sulle funzioni dell’Arma dei Carabinieri, nonché sui requisiti per accedervi, dopodiché il capitano Gargiulo è passato ad esporre gli argomenti di cui sopra.
Ha spiegato che ogni anno in Italia vi sono trentaseimila feriti ed una media di 4731 morti a causa degli incidenti stradali. Difatti – ha spiegato – il Codice Civile pone la guida di autoveicoli tra le “attività pericolose”. Le principali cause di incidenti sono l’alta velocità, la distrazione e le condizioni atmosferiche. Il limite di velocità è di 50 Km orari nei centri abitati e 60 Km/h fuori dal centro abitato.
E’ stato poi affrontato il tema dell’alcolismo, i cui effetti sono spostati nel tempo e riguardano soprattutto malattie epatiche. Gli effetti dell’alcool dipendono da una serie di fattori: l’età, il sesso, il peso. E’ stato spiegato ai ragazzi che per i neopatentati (da 24 mesi a due anni), la presenza nel sangue di alcool da 0,5 a 0,8 grammi per litro comporta una sanzione amministrativa. Ad un grado di sanzione più alto vi è la soppressione della patente (in attesa delle decisioni della Prefettura). Dopo gli 0,8 grammi per litro la sanzione è penale: ai sensi dell’art. 186 del Codice della Strada la guida in stato di ebbrezza resta sulla fedina penale di un individuo. Nel caso in cui il tasso alcol emico sia pari o maggiore a 1,5 grammi per litro vi può essere la revoca della patente o, a seconda delle effrazioni, il fermo amministrativo: cioè l’automobile viene sequestrata da uno a tre mesi, nel caso in cui l’auto sia di proprietà di terzi, oppure al sequestro permanente se di proprietà del conducente. In quest’ultimo caso l’autovettura diventa patrimonio dello Stato.
Per ultimo sono stati evidenziati i pericoli connessi all’uso incontrollato di internet fra i giovani, al fine di evitare di cadere nelle trappole della pedopornografia. L’ultima parte dell’incontro è stata dedicata al dibattito con gli studenti.

Annunci

Informazioni su iislivatino

Istituto di Istruzione Superiore di San Marco dei Cavoti - BN
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...